Benvenuto nel portale dell'Unione dei  comuni ''PIANURA REGGIANA''  - clicca per andare alla home page
motore di ricerca
Feed RSS Visualizza il testo con contrasto elevato Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri normali
visualizza

ti trovi in : HOME » Gestioni Associate | Servizio Sociale Integrato | Aree di Intervento | REI - Reddito di Inclusione

stampaclicca per stampare il contenuto di questa pagina

REI - Reddito di Inclusione Sociale

 

CHE COS’È E COME FUNZIONA

 

Il Reddito di Inclusione (ReI) è una misura nazionale di contrasto alla povertà. Il ReI si compone di due parti:
1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta ReI). Tale carta consente di effettuare prelievi di contante fino ad un massimo di 240 euro mensili ed è utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità. (Consulta qui  le modalita' di utilizzo della Carta).


2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà.

 

Il Rei va a sostituire il Sostegno all'inclusione attiva (SIA) e l'assegno di disoccupazione Asdi, diventando cioe' lo strumento unico nazionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale.

Si puo' richiedere dal 1 dicembre 2017.
 

 

IL BENEFICIO ECONOMICO

Il beneficio è concesso per un periodo massimo di 18 mesi, trascorsi i quali non può essere rinnovato se non sono trascorsi almeno 6 mesi. Dalla durata massima del ReI devono essere comunque sottratte le mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), eventualmente già erogate al nucleo familiare.


 

 

IL PROGETTO

Il progetto viene predisposto con la regia del Servizio Sociale, che opera in rete con gli altri servizi territoriali (es.  centri per l’impiego, ASL, scuole, etc.), nonché con soggetti privati attivi nell’ambito degli interventi di contrasto alla povertà, con particolare riferimento agli enti no profit.

Il progetto è definito, sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni da parte dei servizi, insieme al nucleo familiare. Esso coinvolge tutti i componenti della famiglia e prevede l’identificazione degli obiettivi che si intendono raggiungere, dei sostegni di cui il nucleo necessita, degli impegni da parte dei componenti il nucleo a svolgere specifiche attività (es. attivazione lavorativa, frequenza scolastica, tutela della salute, etc.).

 


REI - 2018

Il ReI nel 2018 sarà erogato ai nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:

 

1) Requisiti personali

- cittadini italiani;
- cittadini comunitari: stranieri con cittadinanza in uno dei Paesi UE;
- familiari di cittadini italiani o comunitari, non aventi la cittadinanza in uno Stato membro titolari del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente;
- cittadini extracomunitari: stranieri e immigrati in possesso del permesso di soggiorno CE;
- titolari di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria) residenti in Italia da almeno due anni.


 

2) requisiti familiari - SOLO PER LE DOMANDE PRESENTATE ENTRO IL 31/05/2018
- presenza di una delle seguenti condizioni:

- un componente di minore età OPPURE

- una persona con disabilità e almeno un suo genitore o tutore OPPURE

- una donna in stato di gravidanza OPPURE

- un componente che abbia compiuto 55 anni in stato di disoccupazione, a condizione che non siano in godimento di ammortizzatore sociale


icona novita' A partire dal 1° giugno 2018 entra in vigore il reddito di inclusione universale, che diventa  richiedibile da tutti i cittadini indipendentemente da come è composta la famiglia: e' abolito il rispetto dei requisiti  familiari.

 

 

>>Per chi, nel corso del 2018 ed entro il 31 maggio 2018, ha presentato la domanda che e' stata ESCLUSA per la SOLA mancanza dei requisiti familiari, l'Inps provvedera' a sottoporre la domanda precedentemente esclusa al riesame di ufficio dopo il 1.o luglio, con verifica dei requisiti alla data del 1.o giugno 2018 (INPS, Messaggio 1972 dell'11 maggio 2018 ) .

 

 

3) requisiti economici
il nucleo familiare deve essere in possesso di TUTTE le seguenti caratteristiche:
- un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6 mila euro
- un valore ISRE ai fini ReI (l’indicatore reddituale dell’ISEE diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore a 3 mila euro
- un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20 mila euro
- un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti, etc.) non superiore a 10 mila euro (ridotto a 8 mila euro per due persone e a 6 mila euro per la persona sola).

 

Per accedere al ReI  inoltre occorre che ciascun componente del nucleo:
- non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria
- non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità)
- non possieda imbarcazioni da diporto.

 

Tuttavia, anche se si possiedono tutti i requisiti, non necessariamente si otterra' effettivamente l'erogazione del contributo, che dipende anche:

- dall’eventuale fruizione di altri trattamenti assistenziali (esclusi comunque quelli non sottoposti ad una valutazione della condizione economica, come ad esempio l’indennità di accompagnamento) e

- dalla condizione reddituale rappresentata dall’indicatore della situazione reddituale (ISR), al netto dei trattamenti assistenziali in esso considerati.

 

In via generale, l’indicatore della situazione reddituale (ISR) viene calcolato sottraendo ai redditi le spese per l’affitto (fino ad un massimo di 7 mila euro, incrementato di 500 euro per ogni figlio convivente successivo al secondo) e il 20% del reddito da lavoro dipendente (fino ad un massimo di 3 mila  euro).

 

COME VIENE CALCOLATO IL CONTRIBUTO REI

L’ammontare del beneficio economico viene quindi determinato integrando fino ad una data SOGLIA le risorse a disposizione delle famiglie.

Per determinarne l’ammontare, bisogna, pertanto, sottrarre dalla soglia i trattamenti che si percepiscono e l’ISR come sopra specificato.


La soglia è pari a 3 mila euro, ma in sede di prima applicazione viene coperta solo al 75%, ovvero fino 2.250 euro.

Pertanto, inizialmente, la soglia con cui confrontare le risorse economiche del nucleo familiare:

- per un singolo e' pari a 2.250 euro (il 75% di 3 mila euro)

- cresce in ragione del numero di componenti della famiglia (viene infatti riparametrata per mezzo della scala di equivalenza dell’ISEE), come indicato nella tabella seguente. Il massimo è fissato dall’ammontare annuo dell’assegno sociale mensilizzato.

 

 

Numero componenti

del nucleo familiare

Soglia di riferimento in sede di prima applicazione

Beneficio massimo mensile

1

€ 2.250,00 

€ 187,50

2

€ 3.532,50 

€ 294,38

3

€ 4.590,00 

€ 382,50

4

€ 6.412,50

€ 461,25

5

€ 5.824,80 

€ 534,37

 

6 o piu'

 

€6.477,90

 

€ 539,82


 
NOTA BENE: il beneficio viene riconosciuto nella misura massima ai soli nuclei familiari privi di trattamenti assistenziali e con ISR nullo, mentre per i restanti nuclei integra le risorse economiche del nucleo familiare fino alla soglia, come sopra specificato.

 

 

AGGIORNAMENTO DELLA SITUAZIONE LAVORATIVA: IL MODELLO REI-COM

In fase di presentazione della domanda, la valutazione delle condizioni economiche del nucleo familiare deve essere aggiornata se uno o più membri del nucleo familiare dovessero svolgere attività lavorativa non presente per l’intera annualità nella dichiarazione ISEE in corso di validità utilizzata per l’accesso al ReI (ad es. attività lavorativa avviata l’anno precedente a quello in cui si fa richiesta del ReI). In questo caso  dovrà essere compilata la sezione ReI – Com del modulo di domanda.

 


Successivamente, nel corso dell'erogazione del ReI, in caso di variazione della situazione lavorativa  riguardante uno o più componenti del nucleo familiare, dovrà essere compilato il modello ReI – Com, entro 30 giorni dall’inizio dell’attività, pena decadenza dal beneficio.


Il modello ReI – Com deve essere compilato anche in caso di svolgimento di attività lavorativa dichiarata in sede di presentazione  della domanda di ReI, che si protragga nel corso dell’anno solare successivo. In tale ipotesi, il modello Rel - Com  va compilato entro il mese di gennaio.


 

 

ATTESTAZIONE ISEE

Si ricorda che per fruire del beneficio economico del ReI occorre essere sempre in possesso di una attestazione ISEE in corso di validità, pertanto:

- chi presenta la domanda di ReI, dal 1° gennaio 2018 (in erogazione a decorrere da febbraio), deve essere in possesso, all’atto della presentazione della domanda, dell’attestazione ISEE 2018.

- chi presentano la domanda di ReI nel mese di dicembre 2017 deve aggiornare la DSU per ISEE 2018 entro il termine del mese di marzo 2018, al fine di evitare la sospensione del beneficio.

 

In caso di attestazione ISEE con omissioni o difformità, l’INPS si avvarrà della facoltà di richiedere i documenti giustificativi delle predette omissioni o difformità, da presentare entro 30 giorni dalla richiesta, pena reiezione della domanda o decadenza dal beneficio.

 

 

REI & SIA

Coloro che sono percettori di SIA (Sostegno inclusione attiva) e non ne hanno goduto per l’intera durata (12 mesi) possono presentare domanda di ReI. Tale domanda vale come richiesta di trasformazione del SIA in ReI (verra' considerata da INPS la domanda che genera il beneficio economico piu' favolevole).


 

 

 

REI & RES

Dal 1.O luglio 2018,oltre all'abolizione del requisito familiare come condizione di accesso alla domanda,  il Reddito in inclusione (Rei),  verrà integrato, per i beneficiari residenti in Emilia Romagnacon il RES: la misura regionale(RES) andrà ad integrare il contributo economico previsto dallo Stato (REI) con una somma fissa, ancora da definire, erogabile per 18 mesi e rinnovabile per altri 12.

E’ quindi possibile, per gli  attuali beneficiari della misura RES, presentare domanda  per una nuova valutazione  REI - RES in base ai parametri recentemente approvati.
Nel caso non venga presentata una nuova domanda, il contributo RES attualmente percepito continuerà fino alla sua scadenza naturale.
NON e' prevista una scadenza per la presentazione di nuova domanda di contributo RES/REI.

 

DOVE SI PRESENTA LA DOMANDA

LA DOMANDA VA INOLTRATA PRESSO IL COMUNE DI RESIDENZA DEL NUCLEO FAMILIARE COMPILANDO APPOSITO MODULO NEI SEGUENTI GIORNI E ORARI:

CORREGGIO 

UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

Lunedì Martedì e Giovedì dalle ore 8.00 alle ore 18.00

Mercoledì Venerdì e Sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00

FABBRICO

UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30

martedì pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 18.00

sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

CAMPAGNOLA EMILIA

UFFICIO ATTIVITA' PRODUTTIVE FRONT OFFICE SERVIZI SOCIALI

Dal martedi al venerdi dalle ore 9.00 alle ore 12.30

Il sabato dalle 9.00 alle 10.00

Con esclusione del LUNEDI' DOVE L'UFFICIO E' CHIUSO AL PUBBLICO.

SAN MARTINO IN RIO 

UFFICIO SERVIZI SOCIALI

Dal lunedi al Sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Con esclusione del MERCOLEDI' DOVE L'UFFICIO E' CHIUSO AL PUBBLICO.

ROLO

UFFICO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

Lunedi' dalle 8.30 alle 17.00 (Continuato)

Martedi' dalle 9.00  alle 12.30

Giovedi' dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00

Sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30

RIO SALICETO

UFFICIO SCUOLA - SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI

Giovedì dalle ore 8.30 alle ore 10.00 (solo su appuntamento)

 

IMPORTANTE NOVITA' DAL 01/03/2019

 

In base al Decreto Legge n. 4/2019 avente ad oggetto "Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni" all' art. 13 si dispone che a decorrere dal 01/03/2019 il Reddito di Inclusione non può più essere richiesto e a decorrere dal successivo mese di aprile non è più riconosciuto, né rinnovato. Per coloro ai quali il Reddito di Inclusione sia stato riconosciuto in data anteriore al mese di aprile 2019, il beneficio continua ad essere erogato per la durata inizialmente prevista, fatta salva la possibilità di presentare domanda per il Reddito di cittadinanza. Il Reddito di Inclusione continua ad essere erogato con le procedure di cui all' art. 9 del Decreto Legislativo n. 147 del 2017 e non è in alcun modo compatibile con la contemporanea fruizione del RDC da parte di alcun componente il nucleo familiare

 


   

 
   

 

 

Allegati e approfondimenti:

MODULO DI DOMANDA RES/REI

MODULO REI-COM

UTILIZZO DELLA CARTA SIA-RES-REI

 

 

APPROFONDIMENTI

>>> Ministero delle Politiche Sociali: REI

>>> Inps: REI

 

 

 

 

 

 

scritto da Paola Righi  04/03/2019
I comuni
Clicca per consultare i dati dell Unione

Clicca per accedere alle pagine del centro per le famiglie

Clicca per accedere alle pagine del CAAD
Clicca per accedere alle pagine dello Sportello Contatto
Clicca per accedere alle pagine delle Domande ERP



Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra   Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra   sito internet validato wcag wai a  Questo sito internet è multibrowser  ::  accessibilità  ::  mappa del sito  ::  access key  ::  credits ::  privacy :: 
Unione dei Comuni Pianura Reggiana: Corso Mazzini 35, 42015 Correggio (RE) Tel. 0522 644611 Fax 0522 644624 P.Iva 02345260356 - www.pianurareggiana.it
Posta Certificata:pianurareggiana@cert.provincia.re.it - Dichiarazione di accessibilità